Category: Norma di traduzione

Norma di traduzione

Alcuni consigli di qualità per i traduttori per fornire traduzioni di alta qualità ai clienti, leggete qui!

Nessun traduttore professionista può essere esonerato dall’imparare a utilizzare nuovi strumenti e a scegliere nuove tecniche per fornire traduzioni migliori. Per questo motivo, il nostro team interno di gestione dei progetti e di traduzione desidera offrire ai traduttori alcuni consigli da tenere a mente quando si imbarcano in una traduzione – mentre traducono e dopo aver terminato il loro lavoro di traduzione e prima di inviarlo a un cliente. Volete saperne di più? Date un’occhiata a questo sito e scopri di più sulla traduzione di contenuti senza problemi.

Per molte agenzie di traduzione o società di traduzione (meglio note come fornitori di servizi linguistici), il processo di traduzione comporta diverse fasi di cui i traduttori freelance spesso non sono a conoscenza. Troviamo che i traduttori che hanno trascorso un certo periodo di tempo come tirocinanti presso la nostra società di traduzione e che hanno familiarizzato con tutti i processi richiesti tendono ad avere un approccio più serio e professionale rispetto a quelli che sono approdati alla professione con altri mezzi e che hanno appena imparato per tentativi ed errori dai loro uffici di casa.

La traduzione è molto più di una semplice digitazione in una lingua straniera e l’utilizzo di uno o due strumenti CAT o di memoria di traduzione.

Un servizio di traduzione professionale di solito richiede sia una revisione (o edizione) che una correzione di bozze. Queste sono due fasi essenziali che devono avvenire prima di poter dire che un documento è pronto per essere consegnato al Espresso Translations.

La norma di traduzione ISO 17100 stabilisce che un servizio professionale deve svolgere ciascuna fase in modo indipendente.

Ciò significa che il traduttore non può essere la persona che controlla infine la traduzione (l’editore) e il revisore finale deve essere anche una persona diversa dall’editore e dal traduttore. Spesso questo non è pratico a causa dei vincoli di tempo e i traduttori finiscono per correggere il proprio lavoro dopo aver ricevuto i commenti del redattore. La Neural Machine Translation sta cominciando a cambiare questo scenario tradizionale TEP poiché le traduzioni neurali sono di qualità così alta (quasi umana) che una revisione monolingue per lo stile più i controlli necessari per la terminologia e l’accuratezza della numerazione sono abbastanza per molti clienti che vogliono “l’estrazione della conoscenza” o un servizio di traduzione più accessibile.

Controllo di qualità della traduzione rispetto al controllo qualità

Nell’industria della traduzione sembra esserci confusione tra i termini QA e QC, cosa che accade solo tra i linguisti. QA sta per Quality Assurance (garanzia della qualità) e significa “le politiche in atto per garantire una filosofia della qualità” o, in altre parole, “fornire la certezza che i requisiti di qualità saranno soddisfatti”. Non significa eseguire un controllo del software. Per Controllo Qualità si intendono le misure adottate per garantire che il prodotto soddisfi le aspettative dell’utente. Le misure di controllo della qualità sono l’esecuzione di un controllo ortografico, la verifica del numero di paragrafi, numeri, ecc. e naturalmente la lettura del testo finale prima della consegna alla persona successiva nella catena di fornitura.

La fase di controllo della qualità deve avvenire alla fonte. L’industria giapponese è stata padrona della filosofia “prima volta a destra” perché ogni persona, fin dall’inizio, deve garantire che il lavoro che fornisce sia impeccabile. Ma come si può fare questo se si è solo un freelance? Se sei un traduttore freelance, dovresti incorporare una fase di controllo qualità nel processo prima di consegnare la tua traduzione e non dovresti mai inviare un lavoro al tuo cliente senza averlo controllato e averlo letto prima.